header i-Italy

Articles by: Gennaro Matino

  • Alle teste mozzate ostentate in segno di odio, bisognerebbe contrapporre un’icona potente di fratellanza tale da superare l’oscena e diffusa convinzione di impurità del diverso per scelta credente. Al Tempio maggiore di Roma Ebrei e Cristiani hanno fatto ancora un passo verso l’accettazione piena gli uni degli altri, un passo importante per un percorso ancora lungo per dire che “ogni uomo è e resta mio fratello”.
  • A scendere in campo non saranno più i partiti, ormai scomparsi quasi totalmente dalla scena politica per dissoluzione del loro pensiero progettuale, ma “rappresentanti del popolo” a cui i partiti chiedono soccorso per poter esistere ancora
  • Il presidio dei territori a rischio è dato dal lavoro stabile e duraturo. Quei preti, quei parroci, ancora in pochi ma determinati, insieme al loro popolo hanno scelto una chiesa in uscita e, mentre avanzano nel silenzio assordante di una politica assente, sono pronti a rivendicare dignità per se stessi e per la loro gente. Non lasciarli soli è dovere di chi ancora crede nella democrazia.
  • Parigi e i suoi caduti, i nostri caduti. Napoli non può che sentirli suoi, non sono lontani, non sono stranieri e non perché il genere umano è stato offeso e ogni uomo di buona volontà li piange, ma perché nelle vene di Napoli e Parigi scorre lo stesso sangue. Un'antica leggenda vuole che le due città siano da sempre legate da un fiume sotterraneo, e che leggenda sia, ma non nasce da pura invenzione.
  • Una politica economica che volesse essere etica dovrebbe poter ragionare non tanto e non solo su cosa serve al mercato, ma cosa serve davvero alla gente cui il mercato deve ritornare a prestare servizio. Il futile non è più raccomandabile.
  • Ma quale festa satanica! Vangelo deve adeguarsi al mondo che cambia. Tuttavia ritengo necessario per chi è credente e considera la fede una cosa seria, perché è stato allevato nella verità del Vangelo, non dare spazio a superstizione e ignoranza che per altro non servono che ad allontanare il mondo dell’intelligenza dall’annuncio cristiano e semmai riempire di pochi sempliciotti le sagrestie, uomini e donne pronti a danzare e cantare a comando di chi li comanda.
  • Non si diventa uomini, se non fra gli uomini. Sembra essere questo lo slogan del viaggio di Papa Francesco negli Stati Uniti, il primo Papa nella storia a parlare davanti al Congresso di Washington prima di recarsi a New York, alle Nazioni Unite, e poi a Filadelfia per il congresso mondiale delle famiglie.

Pages