header i-Italy

You chose: mostra

  • Quella dedicata al “Divino” in corso al Metropolitan Museum of Art è senza dubbio la mostra più rilevante nel panorama culturale della Big Apple di questo scampolo di anno e sicuramente un’occasione irripetibile. “Michelangelo: Divine Draftsman and Designer” è il titolo della esposizione - in visione fino al 12 febbraio prossimo - che comprende 133 disegni che rivelano il genio Michelangelo, tre sculture in marmo, i suoi primi dipinti ed un plastico in legno di una cupola.
  • Claudia Piscitelli follows an enigmatic and intricate innermost path and rather than simply painting, she challenges the limits and crafty pushes the boundaries of traditional technique until she finds her artistic tools with which she can take off toon a very personal journey. By doing so, she creates work with eyes and ideas which mirror her vast emotional nature. Her tribute to Hokusai becomes an introspective journey resulting in 12 diptychs on display at the New York Studio School - Student Gallery and Lobby at 8 W8th street, New York, NY 10011, from September 22 to October 4, 2017 (10 am – 6 pm)
  • © Giuseppe di Piazza
    La potenza del racconto visivo attraversa la vita di Giuseppe Di Piazza, fotografo, giornalista, scrittore. Con una giovinezza a Palermo, e una vita professionale vissuta a Roma e poi Milano. Poi un intimo rapporto con New York e con l’America Italiana. Ma c’è tanto altro da sapere di lui, dai suoi 'Landscapes' in mostra alla Casa Italiana Zerilli-Marimò della NYU ai suoi unici ritratti di donne…
  • L'inaugurazione della mostra
    Non è la prima volta che al Piccolo Cafe viene dato spazio alle fotografie. Gli artisti selezionati parteciperanno infatti tutti al Premio Fabrizio Alessandrini, in memoria di un appassionato fotografo amatoriale prematuramente deceduto nel 2002. Quale è la ricompensa? Il Premio Tiramisù (Pick me Up), che consiste in una vecchia macchina fotografica vintage, precedentemente immersa in un barattolo di vernice glossy. Gino Alejandro è uno dei partecipanti a questo concorso. Fino al primo di aprile, tra un espresso, un cappuccino o piatti autenticamente romagnoli, si potrà visitare la sua piccola mostra Rolling NYC - rigorosamente in bianco e nero. Scatti di vita quotidiana, attimi della città che non dorme mai. Foto penetranti e taglienti che giocano con le luci e le ombre della strada.