header i-Italy

Articles by: Emanuela Medoro

  • Non c’è niente di simile in Italia, le nostre feste nascono dalla fede popolare in santi e madonne più o meno miracolosi. Questa festa di Dublino nasce, invece, da un personaggio inventato da uno scrittore del luogo, oggi ritenuto un genio, domani chissà, ed è una celebrazione della creatività artistica irlandese.
  • Riflessioni in libertà sul film tanto atteso di Paolo Sorrentino, appena presentato a Cannes. La pellicola racconta una grottesca, qualche volta divertente Roma degradata. Nonostante le tristezza di fondo, il regista riporta comunque alla luce luoghi meravigliosi, interni ed esterni, chiusi, proibiti a visitatori e romani
  • L'altra Italia
    Emanuela Medoro(May 20, 2013)
    “Aquilane, voci e visioni da una città dispersa” messo in scena a Monticchio, Gran Teatro Parco delle Arti. Uno spettacolo coinvolgente, commovente, fatto fondendo varie tecniche comunicative: parola, musica e immagini.
  • Liceo Scientifico de L’Aquila, gli studenti ed i professori incontrano l'astronauta Paolo Nespoli. Quelli dell'italiano che è stato più volte in missone nello spazio sono consigli per giovani e adulti: procedere per piccoli passi, imparare dagli errori, senso di autocritica, non essere permalosi, guardare avanti, tenere i piedi in terra
  • L'Aquila. Piazza Duomo. 1000 posti a sedere. Sotto un megatendone, incontro nazionale dei Volontari di Emergency, l'associazione italiana indipendente e neutrale, nata per offrire cure medico-chirurgiche gratuite e di elevata qualità alle vittime delle guerre, delle mine antiuomo e della povertà. A l'Aquila si parla di diritti umani e di medicina. Di ospedali dove tutti, ricchi e poveri possano ricevere le stesse cure, a livello di eccellenza. Occorrono "cure mediche a migliaia di invisibili: uomini e donne che lavorano e vivono in condizioni disumane, a volte senz’acqua, a volte senza un tetto, spesso senza speranze, sempre senza diritti.” dice Cecilia Strada
  • Riceviamo e pubblchiamo uno studio scrupoloso, con annotazioni molto interessanti, sui protagonisti delle opere teatrali del drammaturgo abruzzese, residente a New York, Mario Fratti. Tra i lavori più conosciuti, "Nine", una commedia scritta nel 1981 e liberamente ispirata dal film 8½ di Federico Fellini. I drammi e le commedie di M. Fratti mettono in scena una visione della società contemporanea che si svolge intorno a sesso, politica e religione, mescolati in proporzioni variabili, rielaborati e rappresentati con personaggi ispirati da esperienze di vita o fatti di cronaca.Descrivere alcuni dei suoi tanti personaggi è un tentativo di mettere in luce i fili conduttori che collegano le sue opere, in un percorso creativo fortemente radicato nella cultura italiana, ma che si realizza principalmente oltreoceano.

Pages